Per molti di noi, la tracciatura quotidiana delle scorte di macronutrienti è altrettanto parte di essa come amen nella chiesa. Per gli altri, tuttavia, è impensabile svolgere il compito di annotare minuziosamente ogni singolo grammo di proteine, grassi o carboidrati. Se non sei ancora sicuro di quale linea di condotta vorresti intraprendere, dovresti ascoltare gli argomenti di entrambe le parti.

Monitoraggio o non tracciamento, questa è la domanda. Ma cosa significa esattamente il rilevamento macro?

azione
NUOVO
*Neuer Geschmack*
22.34 IVA inclusa
*Neuer Geschmack*
23.27 IVA inclusa

Fondamentalmente, si tratta di registrare giornalmente la quantità di macronutrienti presi ogni giorno a pochi grammi. I bodybuilder e gli atleti competitivi, in particolare, hanno più o meno perfezionato questo tipo di pianificazione nutrizionale in modo che possano padroneggiarlo mentre stanno dormendo senza nemmeno dover usare una bilancia da cucina. Per la maggior parte di noi, tuttavia, questo è inizialmente associato all'acquisto di una bilancia da cucina e alla ricerca del valore nutrizionale di ciascun alimento. Perché dovremmo fare questo stress allora? Bene, i benefici sono ovvi, perché con l'aiuto di un monitoraggio costante, i progressi in termini di perdita di massa muscolare e di grasso possono essere controllati e controllati al volo. Tuttavia, ciò non significa che il tracciamento sia un prerequisito indispensabile per il successo dell'attuazione dei tuoi obiettivi. Di seguito, ti presenteremo alcuni scenari in cui il senso rende il rilevamento o meno senso. Tuttavia, la decisione che puoi prendere in base a questi esempi dipende interamente da te.

Quando il tracciamento ha senso:

Scenario 1 - Hai già un basso peso corporeo ma vuoi ridurlo ulteriormente.
Se ti trovi in ​​una situazione del genere, dovresti sapere che anche piccole variazioni nell'approvvigionamento di nutrienti hanno un forte impatto sulla perdita o meno di quelle ultime percentuali di grasso corporeo. Anche poche dozzine di calorie possono portare a notevoli frustrazioni per un periodo di tempo più lungo, poiché non farai progressi nonostante i tuoi migliori sforzi. Fa già una grande differenza se mangi 85 o 100 grammi di carne di pollo, anche se sono solo circa 20-30 calorie. Ma 20 calorie qui e 30 calorie là aggiungono rapidamente a parecchie centinaia di calorie e conducono al risultato ben noto. Impara a pensare in queste piccole dimensioni e riconosci la loro importanza, quindi raggiungerai i tuoi obiettivi con l'aiuto del monitoraggio dei macronutrienti.

Scenario 2 - Non hai idea di cosa significhi "abbastanza proteine"
Che la definizione di "abbastanza proteine" da persona a persona sia talvolta soggetta a fluttuazioni estremamente forti, si trova nella natura delle cose. Di conseguenza, questo valore varia tra "effettivamente abbastanza proteine" e 40 grammi al giorno. E no, 40 grammi di proteine ​​al giorno non sono sufficienti - beh, a meno che non pesino solo 30 chilogrammi. Quindi, se sei in questa categoria e non sei in grado di valutare l'assunzione di proteine, dovresti almeno tornare al monitoraggio per un po '. Come linea guida, la regola generale è che dovresti mangiare almeno due grammi di proteine ​​per chilo di peso corporeo per fornire al tuo corpo abbastanza proteine ​​per fornire i muscoli. Naturalmente, un principio simile può essere applicato anche al consumo di grassi e carboidrati. A questo proposito, tuttavia, si applicano altre regole empiriche. Per quanto riguarda i grassi, dovresti assumere tra 0,8 e 1 grammo per chilogrammo di peso corporeo, in modo da poter coprire il tuo fabbisogno energetico rimanente con l'aiuto dei carboidrati.

Scenario 3 - I segnali del tuo corpo stanno impazzendo
Hai spesso voglie e non riesci a raggiungere il frigo abbastanza in fretta? Senti di essere privo di energia, anche se senti di avere abbastanza cibo? In tal caso, tenere traccia dell'approvvigionamento di macronutrienti può essere molto illuminante perché consente di individuare problemi superficialmente nascosti, in quanto non solo è possibile monitorare da vicino quali quantità di nutrienti si prendono, ma anche quali alimenti si sta accedendo in dettaglio. Ciò consente anche di sradicare il desiderio di cibo causato dalla mancanza di vitamine. Soprattutto se sei una persona che è generalmente controllata dall'appetito di dolci, troveremo difficile per te cambiare all'inizio. Ma i frutti che puoi raccogliere con il tracking sono ancora più dolci.

Scenario 4 - Devi raggiungere la tua destinazione entro il giorno X.
Una competizione, un matrimonio o un servizio fotografico. Ci sono molte ragioni per cui devi essere in ottima forma fino ad un Day X predefinito. Il tempo stringe e più l'evento si avvicina, più gravi sono anche i più piccoli errori nutrizionali che non vengono rilevati. Conosci i fatti e quindi devi calcolare molto. Senza la scrupolosa registrazione del consumo di grassi, carboidrati e proteine, difficilmente riuscirai a raggiungere il tuo obiettivo. In particolare, poiché la perdita di grasso non è un processo lineare, richiede aggiustamenti accurati che possono essere raggiunti solo con una pianificazione del suono. Quindi se hai in mente un appuntamento del genere e non vuoi rischiare nulla, non puoi aggirare il monitoraggio.

Quando il tracciamento non ha senso:

Scenario 1 - La tua nevrosi alimentare non funziona
Se si tende ad avvicinarsi al tema della nutrizione in modo troppo scientifico e si impiega più tempo ad analizzare gli studi più recenti di quanto si spenda per l'allenamento o la dieta, allora il macrotracking potrebbe non essere efficace. In tal caso, non ti aiuterà a guardare un bersaglio specifico, ma al contrario, ti perderai ancora di più nei dettagli, perdendo di vista il quadro generale. In particolare, se non sei un atleta competitivo, ma pratichi lo sport come hobby, dovresti solo fare un respiro profondo e concentrarti sulle cose veramente importanti. Ad esempio, il prossimo set di squat o una deliziosa bistecca arrosto che fornisce al tuo corpo grandi proteine.

Scenario 2 - Sei già un veterano dei nutrienti
Se sei così esperto nella determinazione dei nutrienti che puoi individuare il contenuto nutrizionale di un pezzo di filetto di pollo o di un piatto di pasta con il grammo più vicino, non ha molto senso dedicare il tuo tempo prezioso al monitoraggio dei nutrienti. Forse la ragione del tuo talento è che hai già una routine nutrizionale più o meno solida, e in realtà sai sempre esattamente cosa mangi e quando. Questa routine ti rende efficace come una bilancia da cucina. Ci vogliono anni per te per costruire quell'abilità. Ma se lo hai fatto ti meriti il ​​rispetto, perché non molti di noi possono farlo.

Scenario 3 - Non sei ancora pronto
Non ha molto senso prendersi cura di individuare con precisione i macronutrienti senza aver interiorizzato le regole dietetiche più basilari. Quindi, se si applica uno dei tre scenari seguenti, devi prima fare i compiti prima di iniziare con il macrorracking. R: Hai uno stile di vita esclusivamente sedentario e la tua definizione di un pasto salutare è solo quella di avere un'altra foglia di insalata sul Big Mac. B: Ti aspetti di raggiungere tutti i tuoi obiettivi di fitness attraverso unità cardio eccessive combinate con una dieta povera composta esclusivamente da carote e lattuga. C: Ti chiedi se il burro sia una fonte buona o cattiva di carboidrati .... Riconoscere te stesso in una di queste affermazioni è il momento di fare un passo indietro e concentrarsi prima sulle basi. In primo luogo, la formazione e in secondo luogo, una conversione specifica della vostra dieta a cibo veramente sano e nutriente. Tutto il resto arriva con il tempo.

Scenario 4: vuoi solo essere sano, non super definito
Vuoi solo avere un corpo sano e rimetterlo nei tuoi vecchi jeans senza dover tirare lo stomaco? O vuoi solo correre su per le scale in ufficio senza sudare? Quindi in realtà è abbastanza semplice, perché dopotutto non c'è una scadenza entro cui devi raggiungere il tuo obiettivo. Se questa descrizione si applica a te, non ha senso investire più tempo nel tracciamento dei macronutrienti, perché, mano sul cuore, non fa differenza se 185 grammi o 200 grammi di carne atterrano sul piatto. Basta attenersi ai principi di una dieta sana, esercitare correttamente e godersi la vita senza stress.