4 segnali di allarme che non dovresti ignorare

4 Warnsignale, die du besser nicht ignorieren solltest 1

Presta attenzione ai segni del tuo corpo. Molti pensano di essere invulnerabili quando si allenano in palestra. Questo può essere un grosso errore per ogni atleta di forza. Succedono cattive sessioni di allenamento. Ognuno ha un giorno debole ad un certo punto. Che un atleta capisca o meno qualcosa sull'allenamento per la forza viene deciso meno nelle fasi alte, quando tutto va più o meno facilmente per mano. Molto importanti sono il comportamento e le giuste valutazioni, quando la formazione cade in un "rally day". Un atleta irragionevole forza si allena attraverso il dolore, che prima o poi porta inevitabilmente a lesioni. Non di rado, è anche il caso che immediatamente qualcosa si rompa. Presta attenzione ai seguenti punti per sensibilizzarti e per allineare l'allenamento di conseguenza.

La tua schiena è tesa

Noterai da solo se la zona lombare fa più del dovuto. I muscoli nella "croce" o nella regione lombare sono la parte più bassa di una catena. Sono stressati durante ogni movimento dominante e sono attivamente supportati dai muscoli anteriori e posteriori della coscia.

BESTSELLERS
34.90 IVA inclusa
azione
NUOVO
29.90 IVA inclusa
*Neuer Geschmack*
24.90 IVA inclusa
23.90 IVA inclusa
NUOVO
24.90 IVA inclusa
*Neuer Geschmack*
24.90 IVA inclusa

Ecco come puoi risolverlo: Garantire tutti i movimenti che coinvolgono la parte bassa della schiena che la tua tecnica è corretta al punto. Questo è particolarmente vero per lo stacco da terra, l'estensore posteriore e gli squat. Se noti una modifica, prendi meno peso o scegli una variante di allenamento diversa per il giorno.

Le tue articolazioni si sentono stressate

Potrebbe volerci un po 'perché il tuo corpo trovi il suo ritmo e abbastanza caldo da sollevare pesi pesanti. Se le articolazioni si sentono dolorose durante i movimenti, non ha senso continuare l'allenamento. Probabilmente i tuoi muscoli non saranno grandi e abbastanza forti da prendere il carico a sufficienza. Ci possono essere diverse ragioni per questo.

Ecco come puoi risolverlo: Per evitare una situazione del genere, è necessario prepararsi per l'allenamento della forza. Provalo con esercizi di stretching dinamici, che puoi utilizzare anche come rulli di supporto. Scegli allenamenti di stretching che miglioreranno la tua agilità e ti metteranno al passo. Più la tua formazione è completa, maggiore è l'attenzione che devi prestare alla preparazione.

Ti senti debole

Se vuoi fare squat con 160 kg, anche se un set di 130 kg sembra 200, questo è un sicuro segno di troppa energia in questo giorno. Succede ancora e ancora. Lascia il tuo ego nello spogliatoio se non vuoi finire in ospedale. Il tuo sistema nervoso a volte può reagire in modo molto aggressivo al sollevamento di pesi pesanti, il che è particolarmente vero con un frequente allenamento della forza. Come potenziale conseguenza, i tuoi neurotrasmettitori potrebbero sentirsi depressi nei giorni successivi a un duro allenamento. Questo, a sua volta, è particolarmente evidente nei set pesanti con pesi elevati e poche ripetizioni.

Ecco come puoi risolverlo: Ci sono molti modi per avvicinarti alla tua massima potenza. Durante una sessione, ha senso variare il numero di ripetizioni o eseguire un altro esercizio. Altrimenti, potrebbe essere una buona idea ascoltare il tuo corpo e inserire una settimana di Deload - almeno alcuni giorni di ritardo. Durante questo periodo, continui ad allenarti duramente, ma con serie di pesi molto pesanti, fai meno ripetizioni del solito: ad esempio, se usi un set di otto ripetizioni su un dato esercizio su qualsiasi esercizio, allora in questo caso sei già dopo il sesto Ripeti la conclusione.

Sei particolarmente sensibile al dolore

Una maggiore sensibilità a qualsiasi dolore ha un effetto negativo sulla libertà di movimento. Con abbastanza riscaldamento, puoi contrastare questo effetto e aprire la strada a un allenamento di alta qualità. Soprattutto, questo significa che il tuo corpo ha bisogno di abbastanza tempo di recupero. Se durante un allenamento brutale, senti un dolore paralizzante che ossessiona i muscoli tesi, dovresti prendere un po 'più facile questo giorno. Il grado tra dolore positivo e malsano è molto stretto. Dovresti sempre esserne consapevole. D'altra parte, non è necessario usare il dolore come scusa per interrompere l'esercizio. Risolvilo, quando dovresti sollevare meno e quando è meglio non fare più esercizi con i pesi.

Ecco come puoi risolverlo: Pianifica i tuoi cicli di allenamento con un tempo di recupero sufficiente per gli stessi gruppi muscolari. Come forse già saprai, i muscoli richiedono almeno 48 ore di recupero. Se vuoi fare un allenamento più intenso per un particolare gruppo, devi scegliere diversi esercizi e non fare la stessa cosa in rapida successione. Inoltre, è consigliabile variare il numero di ripetizioni e l'intensità oltre ai vari movimenti. Quando arrivi a un punto in cui non sei sicuro che le cause del tuo dolore possano essere pericolose, dovresti rispondere. Ripeti il ​​tuo allenamento. Completare le unità cardio o scegliere una zona muscolare diversa il più lontano possibile dalla zona del dolore. Ad esempio, se hai dolore alle spalle, il passaggio all'allenamento toracico o alla schiena avrà meno senso, dato che dovrai allenare l'area a rischio almeno secondaria. Soprattutto con le spalle si dovrebbe agire in modo molto sensibile, perché c'è l'esperienza il più grande pericolo per gli infortuni. Ha più senso in questo esempio, un cambio di allenamento per le gambe o esercizi per il tronco o la vita. In fin dei conti, dovresti sempre ricordare quanto velocemente riesci a gestire le lunghe ferite se non lo prendi così seriamente quando corri con la tecnica e invece metti su troppo peso.